Non importa quello che si fa, ma come di fa - Vieni Santo Spirito

Vai ai contenuti

Menu principale:

Non importa quello che si fa, ma come di fa

Vita spirituale
Non importa quello che si fa, ma come si fa
Convertirsi
Non importa quello che si fa ma come si fa

Convertirsi è “girare lo sguardo verso di Lui”, esserne fasciati di luce e gustare la vita come un convito di gioia: “Guardate a Lui e sarete raggianti, il vostro volto non arrossirà. Gustate e vedete quanto è buono il Signore. Beato chi in Lui si rifugia” (Sal 34, 6-9).
Guardare a Lui è “farsi guardare da Lui”. Farsi fissare da Lui, e così fissare in noi la Sua figura. Questo è l’inizio della “conformità”, o “trasformazione in Cristo”. Guardare l’icona perfetta del Padre che è il Cristo, significa ricostruirsi lentamente ma decisamente in uomini nuovi, fatti a icona di Dio.
Questa operazione innesca un processo continuo, uno spostamento dell’asse, appunto una conversione DA…A.



NON IMPORTA QUELLO CHE SI FA, MA…COME SI FA
La nostra conversione comincerà a essere sensibile, quando si manifesteranno in noi i “frutti dello Spirito”.
San Paolo ci spiega che il frutto dello Spirito è: “amore, gioia, pace, pazienza, benevolenza, bontà, fedeltà, mitezza, dominio di sé” (Gal 5,22)
Possiamo fare un piccolo test confrontando il nostro comportamento con le azioni descritte nella tabella.
Ogni SI vale un punto.
5 punti: benino.
8 punti: bene
12 punti: ottimo.
17 punti: perfetto o…bugiardino?



Scarica il PDF di questo testo:
Clicca sul link per scaricare il file PDF. Lo puoi conservare, duplicare e stampare. Lo puoi inviare ai tuoi amici come allegato e-mail o WathsApp. Puoi diffonderlo con ogni altro mezzo.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
Riceverai periodicamentee gratuitamente informazioni su tutte le nostre attività

Tip

Tip

Tip
 
Cerca nel sito
Sito del Progetto "Vieni e vedi". RnS, Diocesi di Latina. Webmaster: bruno@vss.one
Torna ai contenuti | Torna al menu