Roveti ardenti per le famiglie - Vieni Santo Spirito

Vai ai contenuti

Menu principale:

Roveti ardenti per le famiglie

Giubileo della misericordia
Un roveto ardente per la famiglia
All’angelo di Sardi: “Ti si crede vivo e invece sei morto. Svegliati.”
UN ROVETO ARDENTE PER LA FAMIGLIA

Se c’è una parte della nostra società attuale che ha particolarmente bisogno di misericordia, questa è proprio la famiglia. Le forze che spingono verso la sua disgregazione sono più che mai forti, nei tempi che viviamo. La crisi economica ne intacca le basi elementari di sopravvivenza. L’egoismo di sposi che non sono stati educati alla condivisione del sacrificio (anche uno solo dei due) crea tensioni che non tardano a diventare insuperabili. L’assenza di valori, l’ignoranza del principio che la propria felicità si costruisce sulle rinunce quotidiane in favore della felicità dell’altro, l’indifferenza per la sensibilità dei figli: tutto ciò genera incrinature, poi fratture, poi tragedie.
Papa Francesco richiama la Chiesa tutta alla misericordia quando lascia intendere che l’unione familiare non nasce più sulle basi solide di educazione, valori e consuetudini tipiche della società del secolo scorso. Ora le famiglie si costruiscono senza fondamenta, e crollano con sempre maggiore facilità.
Dice papa, Francesco in una sua catechesi sulla famiglia:
“D’altra parte, ci sono casi in cui la separazione diventa inevitabile. A volte può diventare perfino moralmente necessaria, quando appunto si tratta di sottrarre il coniuge più debole, o i figli piccoli, alle ferite più gravi causate dalle prepotenze e dalla violenza, dall’avvilimento e dallo sfruttamento, dall’estraneità e dalla indifferenza.”
E’ vero, la nostra società ha dimenticato Dio, e quando una società dimentica Dio diventa la prima vittima del suo peccato.
Dice san Paolo nella lettera ai Romani: “Poiché hanno disprezzato la conoscenza di Dio, Dio li ha abbandonati in balìa di una intelligenza depravata.” (Romani 2, 28)

LA FAMIGLIA VA SALVATA
Sappiamo però che la misericordia di Dio è infinita. Di fronte ad Abramo che lo supplica di salvare Sodoma dalla distruzione, il Signore promette: “Se vi saranno anche solo dieci giusti, per amor di quei dieci non la distruggerò”. (Genesi 18, 20-32)
Dunque è indispensabile pregare con insistenza per le necessità delle famiglie, affinché da loro stesse nasca il germe della rigenerazione, della salvezza.

IL ROVETO ARDENTE E IL GIUBILEO DELLA MISERICORDIA
Il roveto ardente è il luogo della presenza di Dio, ed è il tempo in cui Dio interviene per salvare il suo popolo. Dal roveto Dio convoca Mosè e gli dice: “Ho udito il grido del mio popolo, e lo voglio esaudire”.
Dunque il roveto è adorazione e intercessione. Dio conosce le condizioni di schiavitù del suo popolo, lo vuole liberare ma chiede a Mosè di farsi operatore della liberazione divina.
Il Giubileo di Misericordia acceso da papa Francesco è un grande Roveto ardente dal quale Dio convoca ciascuno di noi per dirci: “Conosco le necessità del mio popolo e le voglio esaudire”. E anche per darci il mandato: operare, soprattutto pregare.

ACCENDERE ROVETI ARDENTI
Secondo la spiritualità del Rinnovamento, ogni gruppo e comunità dovrebbe sentirsi in dovere di accendere roveti ardenti che potessero essere luoghi di intercessione, di adorazione e di incontro tra le necessità dell’uomo e l’amore di un Dio che ascolta e vuole esaudire. Dedicare una volta al mese l’incontro di preghiera ad un Roveto ardente di intercessione per la salvezza delle famiglie sarebbe come centrare in pieno e fare proprio l’obiettivo di tutta la Chiesa orante. E sappiamo che operare secondo i desideri della Chiesa, equivale ad operare secondo lo Spirito.


Scarica il PDF di questo testo:
Clicca sul link per scaricare il file PDF. Lo puoi conservare, duplicare e stampare. Lo puoi inviare ai tuoi amici come allegato e-mail o WathsApp. Puoi diffonderlo con ogni altro mezzo.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER
Riceverai periodicamentee gratuitamente informazioni su tutte le nostre attività

Tip

Tip

Tip
 
Cerca nel sito
Sito del Progetto "Vieni e vedi". RnS, Diocesi di Latina. Webmaster: bruno@vss.one
Torna ai contenuti | Torna al menu